In Primo Piano

Notizie dall'Arci di Reggio Emilia

13-12-2018 - Reggio Emilia

Notizie dall'Arci di Bologna

13-12-2018 - Bologna

Notizie dall'Arci di Modena

07-12-2018 - Modena

Notizie dall'Arci di Reggio Emilia

06-12-2018 - Reggio Emilia

Notizie dall'Arci di Bologna

06-12-2018 - Bologna

Notizie dall'Arci di Modena

01-12-2018 - Modena

Dove sei: > Home > Le Attività > PROMOZIONE CULTURALE

PROMOZIONE CULTURALE

Negli anni l’Associazione Arci Emilia-Romagna ha potuto caratterizzarsi, anche grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna, come importante promotore di coordinamento tra i diversi comitati provinciali, con l’obiettivo principale di creare e gestire in rete i punti di eccellenza, oltre a diffondere informazioni e sensibilità comuni, per far emergere i progetti più interessanti e innovativi.

In questo modo siamo sicuramente riusciti ad arricchire i territori ed a valorizzare le zone più attive e più propositive. Siamo infatti consapevoli che la grande ricchezza culturale e associativa della nostra Regione sia certamente rappresentata dal fiorire di iniziative (spesso autopromosse e auto-organizzate) in lungo e in largo per il territorio, così come pensiamo fondamentale lavorare per mettere a sistema alcune di queste iniziative per dar loro maggiore forza e maggiore.

La nostra capillarità (circa 1.000 circoli in Emilia Romagna suddivisi in 11 comitati territoriali per un totale di circa 300.000 soci), la giovane età dei nostri gruppi dirigenti e la curiosità verso il nuovo che ci ha sempre contraddistinto, ci permettono anche di essere fra i soggetti che sperimentano e quindi contribuiscono all’innovazione delle pratiche culturali e sociali.

Negli anni poi, l’avvento di nuovi progetti e il rafforzamento di quelli già in essere hanno consentito di incrementare il volume delle azioni e di elevarne la qualità. Anche il 2011 ha confermato questa tendenza arricchendosi di nuove proposte ed attività.

L’Emilia-Romagna ha rafforzato senza dubbio la propria posizione di punto di riferimento a livello nazionale nell’ambito delle politiche culturali: non a caso proprio qui si è svolto, nel quadriennio 2008-2010, Strati della Cultura, l’appuntamento nazionale che l’Arci dedica alle riflessioni sulle politiche culturali e che riprenderà con più forza nel corso del 2012.

Il contesto politico ha senz’altro favorito questo trend positivo. Il rapporto con l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna è stato proficuo e di grande collaborazione; va valutato davvero positivamente il riconoscimento da parte di questa istituzione del ruolo dei Circoli Arci sia dal punto di vista culturale che da quello sociale.

Bisogna poi sottolineare il rafforzamento della capacità di fare rete da parte dei vari comitati, che ha consentito di sviluppare progetti caratterizzati da una sempre maggiore complessità e da un volume sempre più ampio di azioni proposte.

Un altro elemento che qualifica il riconoscimento dell’azione dell’Arci nel nostro territorio, anche da parte del mondo culturale, è il coinvolgimento attivo di alcune personalità rilevanti nella elaborazione e nella gestione delle attività: si pensi, per esempio, ad Emidio Clementi nell’ambito della rassegna musicale Collateral o delle innumerevoli personalità del mondo dello spettacolo ed intellettuali in generale che negli anni animano e le proposte culturali dei nostri circoli.

Obiettivo primario dell’associazione è comunque quello di coinvolgere sempre di più ed in maniera sempre più attiva la propria base, da intendersi in questo caso come i circoli e i loro dirigenti. In questo modo le azioni risultano più efficaci e capaci di rispondere alle esigenze e necessità del territorio.

Le attività principali coordinate e/o promosse dall’Arci Regionale nel corso del 2011 sono state le seguenti:

CMS Priscilla Framework by PJ | design and development * design by Graphitron - Privacy e cookie policy

Accesso redazione