In Primo Piano

Area Sismica Estate 2020

20-06-2020 - Forlì - Area Sismica

Notizie dall'Arci di Bologna

04-06-2020 - Bologna

Notizie dall'Arci di Reggio Emilia

30-05-2020 - Reggio Emilia

Notizie dall'Arci di Bologna

28-05-2020 - Bologna

Notizie dall'Arci di Reggio Emilia

23-05-2020 - Reggio Emilia

Notizie dall'Arci di Bologna

21-05-2020 - Bologna

Notizie dall'Arci di Reggio Emilia

15-05-2020 - Reggio Emilia

Notizie dall'Arci di Bologna

14-05-2020 - Bologna

Rimini - “Dottore, se il nonno dà i numeri io cosa faccio?”

28-02-2008


Continuano gli incontri sul tema dell’Alzheimer e delle demenze senili proposti dall'associazione Gestalt Rimini, associata ARCI, e realizzati in collaborazione con la Provincia di Rimini e la Parrocchia di San Raffaele.

Dopo la serata di giovedì 21, il secondo incontro è per giovedì 28 febbraio 2008 con inizio alle ore 21,00 nella Sala “A. Marvelli” della Provincia via Dario Campana 64.

L’argomento è affrontato su due prospettive: lo sfondo relazionale della famiglia coinvolta e il rapporto tra anima e corpo, ovvero benessere interiore e benessere corporeo.
Nella serata di giovedì 21 i medici della Geriatria e del Centro Esperto Demenze di Rimini, i dottori Silvio Costantini direttore Geriatria Infermi, Stefano De Carolis responsabile CEDEM e Alessandro Margiotta del CEDEM hanno sviluppato il tema Il deterioramento cognitivo degli anziani, dal curare al prendersi cura, indicando diverse strategie possibili.

Giovedì 28 febbraio Ennio Masciello, medico chirurgo esperto di omeopatia, Barbara Navala Jansch naturopata e allieva di Bert Hellinger, Riccardo Bardoni operatore della relazione d'aiuto di scuola Gestalt e don Francesco Scimè delegato regionale per la Pastorale della Salute approfondiranno La relazione con il malato e la malattia.

Edith Stein scrive: “Il mondo dello spirito non è meno reale né meno conoscibile del mondo naturale. Poiché l’uomo appartiene a tutti e due i regni, la storia dell’umanità li deve prendere ambedue in considerazione.” (L’empatia, Franco Angeli 2002). Partendo da questa idea, che suggerisce una visione completa della persona umana in rapporto costante tra corpo e spirito, ci sembra importante chiederci quale sia il modo di affrontare la malattia anche dal punto di vista psichico, empatico e spirituale.
Consapevoli che pur esistono tecniche che aiutano a prevenire la malattia, negli incontri di quest’anno abbiamo voluto porre l’accento sull’impegno e la fatica dei familiari, alla ricerca dei comportamenti più adatti per aiutare il malato e per garantire la propria salute, fisica e mentale. E’ importante conoscere le cure, ma anche sapere come parlare al malato, come trattarlo, come attrezzare la casa, come organizzare la vita di famiglia, come e da chi farsi aiutare, come difendere la salute mentre ci si fa carico dell’anziano, ogni giorno di più.

Per informazioni: info@gestaltrimini.it

Comitato: Rimini

CMS Priscilla Framework by Plastic Jumper - Privacy e cookie policy

Accesso redazione